Trani, Salvatore Annacondia in un'intervista: «Volevo uccidere Totò Riina in quell'attentato»

Non se ne sentiva parlare da anni ormai, non si sapeva più dove fosse né "chi" fosse dopo la decisione di collaborare con la giustizia. Salvatore Annacondia aveva cambiato totalmente vita, nome e luoghi di residenza.


Poco meno di due settimane fa però ha rilasciato un'intervista alla rivista Sette, allegato settimanale del Corriere della Sera. Conosciuto nell'ambiente come "Stumpielle", Annacondia è stato un boss (tranese) di grande peso sull'asse del traffico della droga tra Bari e Milano.


Settanta omicidi di cui si è macchiato, intermediario tra la mafia del nord e quella della Sicilia più profonda. Dal momento in cui ha iniziato a parlare, ha fatto nomi e raccontato fatti che fino ad ora non sono stati presi in considerazione fino in fondo sui rapporti tra la politica e il malaffare, come ad esempio la "testimonianza indiretta" di una telefonata tra Licio Gelli e Giulio Andreotti su presunte pressioni per un processo a carico degli Amodeo.


Ora ritorna a parlare e lo fa pubblicamente su una rivista nazionale, spiattellando una notizia fino ad ora sconosciuta.


Annacondia ha parlato di un fallito attentato a Como ai danni di Totò Riina, u curtu. L'episodio ha scatenato subito reazioni nel mondo politico e della mafia. Un attentato, così come raccontato da "Stumpielle", organizzato unitamente da Sacra Corona Unita e 'ndrangheta ai danni dei vertici di Cosa Nostra. Una cosa impensabile come sottolinea Salvatore Lupo (storico e studioso della mafia siciliana), "ai piani alti queste cose non potevano accadere".


Poi perchè, proprio Annacondia (uno dei pochissimi pugliesi affiliati a Cosa Nostra) avrebbe dovuto essere coinvolto in questo attentato così importante nell'ambito mafioso?


Anche Maritati, attualmente senatore del Pd, è stato "citato" da Salvatore Annacondia. All'epoca infatti Maritati era vicepresidente della Commissione Giustizia, lui però conferma di non aver mai saputo o ascoltato nulla sulla vicenda durante gli interrogatori.


«Probabilmente Annacondia ricorda male, e se avesse reso informazioni attinenti alle stragi, furono certamente tramesse ai procuratori di Firenze, Palermo e Roma» dice Maritati.


In ogni caso, le registrazioni dovrebbero essere in possesso della DDA di Bari o nella banca dati della Procura Nazionale Antimafia. Dopo anni di silenzio (arrestato nel 1991) e gli ultimi due anni circa vissuti in carcere, Salvatore Annacondia ritorna a parlare raccontando un episodio che potrebbe cambiare ancora una volta le dinamiche di un processo storico e umano corrotto e pieno di nefandezze o essere accantonata come una delle tante versioni di uomini che spesso hanno cercato di confondere idee ed eventi.


Una notizia che pubblichiamo oggi, giorno in cui ricordiamo il sacrificio del magistrato Paolo Borsellino che esercitava la propria missione con profondo impegno e grande coraggio, dedicando ogni sua energia a respingere con rigorosa coerenza la proterva sfida lanciata dalle organizzazioni mafiose allo Stato democratico. Nonostante le continue e gravi minacce, proseguiva con zelo ed eroica determinazione il suo duro lavoro di investigatore, ma veniva barbaramente trucidato in un vile agguato, tesogli con efferata ferocia, sacrificando la propria esistenza, vissuta al servizio dei più alti ideali di giustizia e delle Istituzioni (medaglia d'oro al Valor civile).


 

CONDIVIDI

Notizie del giorno

AGGIORNATO. Rapinano supermercato a Bisceglie, li catturano fra i campi di calcio al Ponte Lama: in manette un 21enne ed un 19enne di Trani Fine delle proroghe alle coop: Trani, da oggi, senza bagni pubblici. Chiude anche Villa Bini. Volantini di protesta dei lavoratori Fine delle proroghe alle coop: si fermano anche verde pubblico e pulizie uffici. Il sindacato Cse Fulscam sul piede di guerra FOTO. Fitto casa, in coda già dalle 5: «Mesi e mesi senza ricevere informazioni». A Trani si paga fino al 13 ottobre UFFICIALE. Consiglio comunale di Trani l'8 ottobre. Diciassette punti all'ordine del giorno: apre De Noia, chiudono i vigili Tari a Trani, consegnate 1848 firme per ridurla. La Cna fonfida sul consiglio comunale dell'8 ottobre Tasi, non sapete quanto pagare e come fare? Ci pensano, gratis, gli studenti dell'Ites di Trani. Appuntamento a scuola sabato prossimo Caso discarica, i pentastellati di Trani mettono in piazza l'intero carteggio. E chiedono dimissioni collettive Stazione di Trani chiusa, da Comune e Servizi sociali ancora nessuna alternativa ai senza tetto AGGIORNATO. «I luoghi del Fai», per San Domenico quattro voti in due settimane. Pisa irraggiungibile. Il link e la video-guida per votare AGGIORNATO. Tranindanza all'Impero fino al 5 ottobre. Possibile votare in favore della chiesa di San Domenico Apulia Trani, venerdì prossimo la presentazione ufficiale, domenica l'esordio in campionato Trani, la Lum 'Jean Monnet' organizza un corso di preparazione intensiva al concorso in Magistratura Mese del benessere psicologico, il 4 ottobre appuntamento a Trani Palazzo Beltrani, tre le mostre in corso Adolescenza, quante sfumature. Corso gratuito promosso dall'Ordine degli Psicologi per il mese del benessere Calcio allo stadio di Trani anche il lunedì: lo promuove il Centro di salute mentale dell'Asl Bt facendo scendere in campo il volontariato Caso discarica di Trani, convocata per il 16 ottobre la Commissione ambiente regionale. Caracciolo: «Doveroso fare immediata chiarezza» Equilibri di bilancio, debiti e piano pubblicitario: il consiglio comunale di Trani si riunirà l'8 ottobre. Torna De Noia Differenziata, Trani vuole raddoppiare a fine anno e raggiungere il 45 per cento entro il 2015. Trenta assunzioni in vista Riparazione delle strade di Trani, la gara slitta di una settimana: troppe richieste di chiarimenti al dirigente Trani, contratto di quartiere, interviene Tommaso Laurora (Pd): «Arroganza e senso di impunità. Didonna non presta più servizio a Trani, valzer di competenze» Stazione di Trani chiusa: Peppino è l'ultimo a mollare Corteo pro Bagli, cento silenziosi partecipanti. Fiaccole vietate, sostituite da palloncini. La nipote ringrazia «chi c'era e chi non c'era» Trani, ci attende una "domenica di carta" con un viaggio nella storia. Archivio di Stato aperto dalle ore 10 alle 14 con mostra documentaria