«Una strada, tante storie». La nuova rubrica in onda ogni giorno su Radio Bombo: chi era Matteo Renato Imbriani?

Una strada, tante storie. Parte la nuova rubrica settimanale di RadioBombo, grazie alla quale potrete conoscere i personaggi storici, i politici, i giuristi, ai quali sono dedicate le vie della nostra città.

Grazie alla preziosa collaborazione di Giuseppe Giusto e del suo libro realizzato in collaborazione con il Crsec, Enzo Ronco ogni lunedì ed ogni sabato, all'interno del programma mattutino di Maria Cellamare, vi parlerà del personaggio della settimana.

Questa settimana è stato scelto Matteo Renato Imbriani, la rubrica è stata inaugurata domenica mattina all'interno dell'«Appuntamento con la città».

Sul nostro sito ritroverete qualche linea guida circa la biografia del personaggio. Buon viaggio per le vie della nostra città, mano nella mano con i "protagonisti" cui ogni strada è dedicata.

 

Questa lunga strada (Corso M. R. Imbriani) fu realizzata nei primi anni del XX secolo, tra il 1901 ed il 1913. Lungo il suo percorso, che è la naturale continuazione della S.S. 16 adriatica, s'interrompe solo a piazza XX Settembre, il piazzale della stazione ferroviaria. Questa strada fu inizialmente chiamata via Dogali dagli ingegneri che stilarono il Piano Regolatore del 1888. Dal 1903 la denominazione poi fu tramutata in Corso M.R. Imbriani, indicata dal popolino come "l'extramurale".
In un secolo di vita, da strada polverosa e periferica, con diverse attività commerciali ormai scomparse, si è trasformata in una delle più importanti e trafficate strade del centro cittadino.

Matteo Renato Imbriani

Nato a Napoli nel 1843, muore a S.Martino Valle Caudina (Av) nel 1901. Politico, patriota del risorgimento. Figlio di Paolo Emilio e Carlotta Poerio, fu un fervente apostolo dell'irredentismo, fondatore della prima associazione patriottica per il ritorno all'Italia dei territori ancora soggetti all'Austria.
Prese parte alla spedizione di Garibaldi dei Mille nel 1860, quando aveva appena 17 anni, ed alla guerra del 1866. Entrò in Parlamento nel 1899 col gruppo repubblicano eletto nel collegio Trani-Corato, sostenendo con tenacia i problemi del Mezzogiorno del nuovo regno d'Italia. Ottenne con forza la costruzione di un acquedotto che portasse le abbondanti acque del Sele (Irpinia) alla sitibonda Puglia.
Giuseppe Protomastro, politico tranese e amico di Matteo Renato Imbriani, per omaggiarlo e ringraziarlo a nome del popolo pugliese si adoperò per realizzare quel monumento ad Imbriani, inaugurato nel 1905 in Piazza Plebiscito.


CONDIVIDI
PUBBLICITA' Ufficio 2000

Notizie del giorno

Decreto sicurezza, nel fronte degli oppositori c'è anche l'amministrazione comunale di Trani Efficientamento energetico, dalla Regione 5 milioni per i plessi Bovio e Baldassarre. E il sindaco di Trani ringrazia l'ex assessore Capone Trani, allagamenti al PalaAssi: impegno di spesa urgente di 9.000 euro Trani, bus urbani fino in fondo: nuove fermate nelle vie Tolomeo e Borsellino Piano urbano della mobilità sostenibile, il Comune di Trani si affiderà all'Università di Tor Vergata Cerignola travolge una Juve Trani incompleta e distratta: 70-90 Trani-Brindisi 0-3, Scaringella: «Loro forti, ma noi condannati dagli episodi» Sibilano allo scadere regala un punto d'oro: Trani-Chieti 1-1 Trani è un rullo compressore: vince anche a Barletta . Domenica prossima Coppa Puglia Santo Graal di Trani, giovedì prossimo ritorna "Il cervellone" "Venerdì a teatro" all'Impero di Trani, prossimo appuntamento il 1mo febbraio con "Ecco la sposa" È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Nuova era» Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana “La libertà di stampa per una rinnovata coscienza civile”: incontro giovedì prossimo nella biblioteca di Trani A Trani, sabato prossimo, presentazione del saggio «Fellini e il doppiaggio» Riparte "Jazz e dintorni" a Trani: primo appuntamento, venerdì prossimo con Ron Trani religiosa, il programma della festa di san Ciro, medico eremita e martire. Si parte domani “Tre preti per una besciamella”: la prima di “Venerdì a teatro” a Trani registra il tutto esaurito Polizia locale di Trani, l'anno scorso 5.000 multe in meno rispetto al 2017. I principali numeri diffusi in occasione della festa di San Sebastiano Polizia locale di Trani, il bilancio del comandante a San Sebastiano: «Lavoriamo fra difficoltà e sacrifici, ma senza mai girarci dall'altra parte» Polizia locale di Trani, come saranno utilizzati i soldi delle multe? L'assessore: «Pista ciclabile, varchi, strade e segnaletica» Trani tradita dalla pioggia: salta cabina elettrica e i blackout rovinano il sabato sera
PUBBLICITA' Avicola Colangelo