Discarica di Trani, ecco il piano di messa in sicurezza: in soccorso, il lotto 2bis. Costo, quasi 19 milioni

La messa in sicurezza della discarica di Trani è, adesso, un progetto concreto. Una dettagliata relazione tecnica di 46 pagine ne illustra premesse, spirito e passaggi ed ipotizza anche i relativi costi: quasi 19 milioni di euro, al netto delle spese di post esercizio.

«Gli interventi proposti – spiega l’amministratore unico di Amiu, Alessandro Guadagnuolo - mirano in primis all’adozione di misure di sicurezza ed emergenza volte alla risoluzione delle problematiche ambientali riscontrate in loco, nonché all’adozione delle azioni necessarie ad ottemperare alle diffide che hanno portato alla revoca dell’Autorizzazione ambientale integrata, ed alla successiva riattivazione della discarica mediante l’allestimento di nuovi lotti».

I livelli di intervento previsti sono tre e, segnatamente: livello 1, interventi suddivisi in primis sul lotto 3, condotti in parallelo temporale con gli interventi relativi ai lotti 1 e 2; livello 2, interventi sul lotto 2bis (già presente nell’area di cava di contrada Puro vecchio, ma, finora, mai utilizzato per l’esercizio) ed installazione di impianti tecnologici; livello 3, interventi di approntamento nuove aree di discarica e successivamente di copertura definitiva dell’intero impianto.

Gli interventi preliminari riguarderanno: serbatoi di stoccaggio del percolato; impianto di trattamento, accumulo e smaltimento delle acque meteoriche provenienti dalla copertura provvisoria della discarica. «Nel dettaglio – si legge nel progetto - si prevede la minimizzazione del battente del percolato all’interno della discarica e la massimizzazione della captazione del biogas mediante la realizzazione di pozzi filtranti trivellati all’interno del cumulo dei rifiuti del lotto 3, aventi caratteristiche duali, ovvero utili sia alla gestione del percolato, sia alla gestione del biogas di discarica. All’interno dei pozzi duali saranno installate le pompe pneumatiche per emungimento percolato, congegnate per la specifica estrazione di ristagni di percolato nei pozzi di estrazione del biogas».

Una volta realizzati gli interventi di messa in sicurezza dei tre lotti, «le azioni di intervento mirano al completamento delle stesse misure di messa in sicurezza dell’impianto di discarica, per consentire la sua riattivazione per il conferimento di rifiuti nei volumi ancora disponibili. Infatti, dopo che sarà realizzata la barriera protettiva in adiacenza al lotto 3 (diaframma e terreno consolidato), sarà possibile la rimozione dei rifiuti abbancati nello stesso lotto, riconducibili alle emissioni di percolato riscontrate: occorre quindi creare nuovi volumi utili al conferimento dei rifiuti scavati dal lotto 3».

Per questi motivi, il progetto prevede l’approntamento di nuove aree già durante gli interventi di messa in sicurezza: in particolare una porzione del lotto 2bis, nell’area posta a sud del bacino. In particolare, il progetto prevede un notevole rafforzamento delle barriere di isolamento sia di fondo invaso, sia di sponda. Una volta pronto il lotto 2bis, «sarà quindi possibile procedere con lo scavo dei rifiuti dal lotto 3 ed il loro conferimento nella nuova vasca approntata – si legge nella relazione -

La depressione creatasi nel lotto 3 sarà anch’essa coperta in modo provvisorio, ripristinando il telo d copertura precedentemente steso, con creazione di un bacino impermeabilizzato a servizio dei lotti di discarica».

Per quanto riguarda il terzo ed ultimo livello degli interventi, «si prevede la realizzazione del fondo invaso delle restanti aree di discarica non ancora approntate, e la conseguente attivazione dei lotti per il conferimento dei rifiuti in modo da raggiungere le volumetrie autorizzate. Raggiunte le quote di abbancamento previste, con sagomatura delle pendenze come da progetto, per la corretta gestione del deflusso delle acque meteoriche, si dovrà procedere alla realizzazione di un’appropriata copertura dell’area interessata dall’abbancamento dei rifiuti».

La chiusura definitiva della discarica dovrà essere in grado di: «Minimizzare l’infiltrazione delle acque meteoriche nel corpo della discarica; consentire il corretto esercizio dei sistemi di raccolta del percolato; ostacolare la fuoriuscita incontrollata di biogas; adattarsi ai cedimenti nel tempo dell’ammasso dei rifiuti; favorire la piantumazione e sistemazione a verde dell’area».

La stima dei costi, il cui totale ammonta a 18.800.00 euro circa e, peraltro, «non considera le attività gestionali e di copertura finali, che andranno effettuate una volta ripresa la normale attività gestionale della discarica».

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Avicola Colangelo

Notizie del giorno

È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Il ritorno» Coronavirus, dal dipartimento della salute della Regione rassicurazioni: «In Puglia nessun allarme» Coronavirus, l'appello dei pediatri ai genitori: «Non portate i bambini in studio o al pronto soccorso» FOTO e VIDEO. Astor Piazzolla e Trani, uniti per sempre: il racconto della magica notte in cattedrale con la musica del «Quinteto» Parrocchia San Magno in festa, questa sera la consacrazione. Previsto, anche, un annullo filatelico Discarica, siglato il disciplinare fra Comune di Trani e Regione. L'assessore di Gregorio fa il punto sui finanziamenti finora ottenuti Trani, in via Malcangi un bus chiamato desiderio: il parcheggio selvaggio fa disperare utenti e conducenti "Giustizia per Chico Forti": arriva anche a Trani l'appello per la liberazione dell'italiano detenuto negli Usa Asl Bat: concorsi, avvisi pubblici e mobilità per 130 posti. Il dirigente Delle Donne: «Sosteniamo le attività di assistenza ospedaliere su tutto il territorio» Fortitudo a Foggia e Juve Trani con Barletta. Al PalaAssi, un minuto di raccoglimento per la «signora Ceci» La Soccer Trani vince il torneo internazionale a Montecatini: gli esordienti conquistano il primo posto ai calci di rigore Trani Marathon, domenica prossima la gara di 4km: iscrizioni entro il 27 febbraio Laura Escalada, quante emozioni: «Felice di essere cittadina onoraria di Trani. Adesso sarà la musica di mio marito Astor Piazzolla a conquistarvi» Santo Graal, domani serata dedicata ai Duran Duran Cinema Impero, la programmazione della settimana Francesco Carofiglio presenta il suo ultimo romanzo: appuntamento oggi al Liceo De Sanctis Libreria Luna di sabbia: oggi Nicola De Dominicis presenta il suo libro "Una dolcezza inquieta" "Carnevale in blu": domani la festa a misura di tutti in largo Goldoni Teatro Mimesis, prosegue la stagione di prosa 2019/2020. Prossimo appuntamento il 28 febbraio La Fondazione Aldo Ciccolini ospita la pianista russa Violetta Egorova: appuntamento il 28 febbraio Palazzo Beltrani, fino al 1mo marzo la mostra G20 a cura di Isabella Battista Violenza sulle donne, l'8 marzo il Carro dei Guitti mette in scena il lavoro teatrale "Un amore rubato" Giornata della memoria, al Castello Svevo fino al 26 marzo la mostra "Auschwitz nelle opere degli ex-prigionieri" "Woman": fino al 30 aprile a Trani la mostra espositiva di Christian Nirvana Damato Incidente sulla SS16 tra Trani sud e Bisceglie nord: donna in codice rosso. Forti disagi alla circolazione e uscita obbligata a Trani-centro Scacciacani ritrovata nel giardino di casa: pomeriggio di paura per una famiglia di Trani. Indaga la Polizia Trani religiosa, aspettando quella di San Magno ecco le immagini dell'ultima dedicazione di una chiesa in città: 23 anni fa toccò allo Spirito Santo
PUBBLICITA' Incos