Consiglio comunale di Trani, approvato il Documento strategico del commercio

Terzo punto all’ordine del giorno, Approvazione 1) Documento strategico del commercio; 2) Disposizioni e nuove norme per I'insediamento delle attività produttive e commerciali nell’ambito del centro storico; 3) Indirizzi e criteri per I'insediamento delle medie strutture di vendita e delle strutture di interesse locale; 4) Regolamento comunale per il commercio su aree pubbliche.


Relaziona l’assessore al ramo, D’Agostino. «Dopo un decennio finalmente torna all’attenzione di questa assise il Piano strategico del commercio, strumento di programmazione di fondamentale importanza per tutte le attività produttive della nostra città. Un passaggio di straordinaria rilevanza, tanto sul fronte politico quanto dal punto di vista delle dinamiche che un intervento pianificatorio di questa portata e di largo respiro è in grado di attuare. L’attività condotta in questi mesi  ci ha permesso di centrare un obiettivo molto importante, armonizzando le norme regionali in materia con l’intensa azione di programmazione messa in moto dal Comune e che sta investendo vari ambiti».


«Il Piano – prosegue D’Agostino - contiene un’analisi dello stato del commercio costituita almeno da una quantificazione del fenomeno commerciale comprendente gli esercizi di vicinato suddivisi per settore merceologico, la localizzazione e la classificazione di ciascuna media e grande struttura esistente, la consistenza dei mercati, dei posteggi isolati, la dotazione di pubblici esercizi, di rivendite di giornali e riviste e dei distributori di carburante; una mappatura delle possibilità di insediamento di strutture commerciali, delle relative condizioni normative e requisiti di insediamento previste dagli strumenti urbanistici vigenti; una valutazione dei problemi del commercio, con riferimento alle diverse zone del comune e alle diverse tipologie di attività e dell’adeguatezza delle previsioni di insediamento di medie e grandi strutture di vendita;  l’individuazione delle aree da sottoporre a misure di incentivo».


L’assessore ha ringraziato le associazioni di categoria.


Procacci. «Questo provvedimento non è stato condiviso con noi, quindi non lo voteremo».


Di Lernia. «Avevo chiesto a D’Agostino, in commissione, di farmi avere dei documenti che non mi ha inviato. Avevo fatto notare che, oltre a Confcommercio e Confesercenti, andavano interpellate anche Unimpresa e Cna, che non sono state coinvolte».


Briguglio. «Con questo provvedimento possiamo regolamentare l’apertura delle attività».


Corrado. «Questo è un provvedimento storico, fermo restando che c’è il solito problema a monte di riuscire ad applicare tutto quello che approviamo. Il mercato settimanale va ridotto. L’85 per cento sono ambulanti di fuori città. Il mercatino di piazza della Repubblica è indecente. L’amministrazione Tarantini trovò la soluzione vincendo anche un bando regionale per spostare nell’area dei capannoni Ruggia il mercato».


Lima. «Come ex reduce dell’amministrazione Riserbato devo riconoscere il lavoro dell’ex assessore Todisco, del nuovo assessore D’Agostino. Voglio ricordare quanto di buono è stato fatto durante l’amministrazione Riserbato e preannuncio voto favorevole».


Lops. «Per quanto riguarda il centro storico, bisogna ricordare che era pensato come pedonalizzato».


D’Agostino per replica: «Per quanto riguarda i due mercati di piazza della Repubblica, con questo Piano li abbiamo regolamentati. Il mercato ittico settimanale farà parte del finanziamento sulle periferie».


De Laurentis. «A nome del Pd voglio ringraziare l’assessore, chiedendo che venga attuato il controllo. Esprimeremo voto favorevole».


Il provvedimento è stato approvato con 21 favorevoli, 3 astenuti.


I successivi punti, essendo debiti fuori bilancio ed essendo neoinsediato il nuovo dirigente dell'area finanziaria, sono stati ritirati. Si è discusso quindi del successivo punto, quello aggiuntivo, Costituzione “Associazione del Distretto Urbano del Commercio del Comune di Trani” – L.R. n.24 del 16/04/2015, R.R. n.15 del 15/07/2011 – Approvazione Atto Costitutivo e Statuto. L’Associazione propone di dare attuazione al programma di intervento del Duc di Trani, e potrà stipulare atti con ministeri, regioni, enti, società convenzionate. Possono farvi parte le associazioni di categoria,  tutti i soggetti interessati alla valorizzazione del territorio, le aziende che hanno sede operativa nel distretto urbano e svolgono attività di commercio in sede fissa, i pubblici esercizi e gli operatori su aree pubbliche.


Così D'Agostino: « Con questa delibera, il pubblico e il privato si impegnano a intervenire nella gestione integrata nell'interesse pubblico dello sviluppo sociale, culturale e economico della nostra Trani. Il Duc è una straordinaria opportunità per la nostra città perché mette insieme gli operatori commerciali e i loro rappresentanti, da una parte, e l'Amministrazione comunale dall'altra, con lo scopo di ottimizzare le risorse per promuovere i prodotti del territorio, aiutare la relazione tra commercio e turismo locale e migliorare gli spazi pubblici attraverso la riqualificazione urbana. Con il Duc il Comune si impegna a condividere la progettazione di qualità con gli operatori commerciali; ci saranno iniziative tese alla valorizzazione delle periferie e una forte aggregazione che sostenga il rilancio del commercio in tutta la città, dove le aree già organizzate siano da impulso per quelle più lontane.


All'Amministrazione di Trani e il ruolo di coordinamento per mettere insieme i legittimi interessi dei commercianti e le esigenze della comunità, in una visione che guardi allo sviluppo e al bene di tutti. Questa è un'ottima opportunità, in un periodo di risorse limitate per le pubbliche amministrazioni, in quanto il lavoro in sinergia con i soggetti privati può solo avere un effetto moltiplicatore delle buone azioni che verranno messe in campo a vantaggio dell'intera comunità».


Con 18 favorevoli e 3 astenuti il provvedimento è stato approvato con immediata esecutività. 

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Confael Trani

Notizie del giorno

Consiglio comunale di Trani, approvati il bilancio consolidato e il programma del Piano sociale di zona Consiglio comunale di Trani, per i debiti fuori bilancio manca il numero legale. Seconda convocazione, mercoledì prossimo Consiglio comunale di Trani, nei preliminari a tenere banco soprattutto Amet e Amiu «Polpette avvelenate»? Il Comune di Trani smentisce: «Nessuna di quelle analizzate era nociva» Carenza di personale e monte ore festivo sfondato: ecco perché il castello di Trani chiuderà per sette domeniche. Sindacati in stato di agitazione A Trani sud la villetta è un «must»: via libera alle bifamiliari di Turrisana con i primi permessi di costruire Trani religiosa, racconto e immagini della serata musicale con lo Joha Youth a Santa Teresa Marea Adriatica all'esordio in C donne: Trani-Bitonto 3-0 Basket di D: a Trani, prima gioia per la Juve, Fortitudo ko a Corato Prova a resistere un tempo, crolla nel secondo: Palermo-Trani donne 8-0 Nella terra del pane, Negro e Musa sfornano tre punti d'oro: San Severo-Trani 0-2 Santo Graal di Trani, venerdì prossimo I paipers Cinema Impero di Trani, in sala arrivano Venom e Il bene mio. La programmazione della settimana Mese del benessere psicologico, domani nuovo appuntamento a Trani “Genitori, dolori, rivoluzioni”: domani, a Trani, nuovo incontro del ciclo “Conoscere per cambiare” Mercoledì a Trani convegno “La comunicazione economica della Chiesa in Italia” A Trani, da mercoledì a venerdì prossimi incontro su "Sovvenire", il sovvenzionamento alla Chiesa cattolica Dino Risi di Trani, "decimo ciak" venerdì prossimo Cinquant'anni di carriera in una mostra: fino al 16 ottobre, al Michelangiolo, alcune opere di Fulvio Del Vecchio È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Fuorigioco» Medicina a Bisceglie, Delle Donne (Asl Bt) garantisce: "Gran passo avanti anche per il futuro di Trani" Trani religiosa, la venerazione dei Santi Medici e San Nicola in Argentina Semplificazione della burocrazia, aderisce anche la Cna di Trani Savino Muraglia è il nuovo presidente della Coldiretti Bari e Barletta-Andria-Trani Da Trani nel cartellone dell'Abeliano di Bari: a dicembre, Marluna porta in scena Checov
PUBBLICITA' Woodcenter