Trani e reperti archeologici a Colonna, protesta e provocazione di Gargiuolo (Villa Ascosa): «Siamo paralizzati, apriremo il 10 marzo senza corrente»

«Apriremo simbolicamente il 10 marzo, ma siamo bloccati da mesi e ci sono dieci famiglie in grave difficoltà». Così Roberto Gargiuolo, socio amministratore di Villa Ascosa, una delle nuove realtà imprenditoriali e turistiche della città, situata sulla penisola di Colonna e che ancora non riesce ad aprire per lo stop del cantiere di Amet, dovuto al ritrovamento di reperti archeologici.


La protesta è vibrata soprattutto in considerazione del tempo che sembra trascorrere invano: «Abbiamo pagato ad Amet, circa cinque mesi fa, la bellezza di 6.000 euro per un allaccio che ci avevano assicurato fosse immediato - riferisce Gargiuolo -. Oggi siamo ancora senza energia elettrica e non ci hanno nemmeno avvisato di questo problema. Eppure ci sono un presidente, un amministratore delegato, un sindaco che ne rappresenta la proprietà ed è impossibile che nessuno di loro veda lo scempio di questo piazzale e non prenda a cuore il nostro problema. Il sindaco, a Colonna ci viene a correre quasi tutti i giorni e non può non vedere questa vergogna. L'unica persona che si è interessata è l'assessore Luca Lignola, ma ancora non è bastato».


Gargiuolo, che pure con Comune e Amet aveva quotidianamente rapporti in quanto presidente uscente di Stp, oggi si trova in difficoltà da privato: «Ci sono dieci famiglie che aspettano che apriamo per iniziare a lavorare, perché intanto hanno problemi di mutui da portare avanti ed altre urgenze da risolvere. E pensare che, dal cantiere al pozzetto, ci sono soltanto 8 metri - sostiene Gargiuolo - e per 8 metri qui è tutto fermo e nessuno ci sta venendo incontro, mentre la palla va avanti e indietro tra Amet e Soprintendenza».


Villa Ascosa si sarebbe dovuta inaugurare lo scorso novembre, poi la data è progressivamente slittata e, così, parte la provocazione: «La inaugureremo simbolicamente il 10 marzo - fa sapere Gaggiolo -, invitando tutte le istituzioni così che vedano lo stato in cui staremo lavorando. Intanto avevamo già preso impegni con clienti per dodici, fra matrimoni e comunioni, però non possiamo fare nulla e abbiamo restituito le caparre perché, senza corrente, siamo paralizzati e questa cosa è veramente molto grave. Noi stiamo per regalare qualcosa di bello a questa città, abbiamo investito tanto in questa impresa e chiediamo né più, ne meno, di ottenere un servizio che abbiamo pagato, lavorare e fare lavorare».

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Fondazione Seca

Notizie del giorno

Consiglio comunale di Trani, approvati il bilancio consolidato e il programma del Piano sociale di zona Consiglio comunale di Trani, per i debiti fuori bilancio manca il numero legale. Seconda convocazione, mercoledì prossimo Consiglio comunale di Trani, nei preliminari a tenere banco soprattutto Amet e Amiu «Polpette avvelenate»? Il Comune di Trani smentisce: «Nessuna di quelle analizzate era nociva» Carenza di personale e monte ore festivo sfondato: ecco perché il castello di Trani chiuderà per sette domeniche. Sindacati in stato di agitazione A Trani sud la villetta è un «must»: via libera alle bifamiliari di Turrisana con i primi permessi di costruire Trani religiosa, racconto e immagini della serata musicale con lo Joha Youth a Santa Teresa Marea Adriatica all'esordio in C donne: Trani-Bitonto 3-0 Basket di D: a Trani, prima gioia per la Juve, Fortitudo ko a Corato Prova a resistere un tempo, crolla nel secondo: Palermo-Trani donne 8-0 Nella terra del pane, Negro e Musa sfornano tre punti d'oro: San Severo-Trani 0-2 Santo Graal di Trani, venerdì prossimo I paipers Cinema Impero di Trani, in sala arrivano Venom e Il bene mio. La programmazione della settimana Mese del benessere psicologico, domani nuovo appuntamento a Trani “Genitori, dolori, rivoluzioni”: domani, a Trani, nuovo incontro del ciclo “Conoscere per cambiare” Mercoledì a Trani convegno “La comunicazione economica della Chiesa in Italia” A Trani, da mercoledì a venerdì prossimi incontro su "Sovvenire", il sovvenzionamento alla Chiesa cattolica Dino Risi di Trani, "decimo ciak" venerdì prossimo Cinquant'anni di carriera in una mostra: fino al 16 ottobre, al Michelangiolo, alcune opere di Fulvio Del Vecchio È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Fuorigioco» Medicina a Bisceglie, Delle Donne (Asl Bt) garantisce: "Gran passo avanti anche per il futuro di Trani" Trani religiosa, la venerazione dei Santi Medici e San Nicola in Argentina Semplificazione della burocrazia, aderisce anche la Cna di Trani Savino Muraglia è il nuovo presidente della Coldiretti Bari e Barletta-Andria-Trani Da Trani nel cartellone dell'Abeliano di Bari: a dicembre, Marluna porta in scena Checov
PUBBLICITA' Fondazione Seca