A Trani, fino ad oggi, laboratorio con Jango Edwards, uno dei più importanti clown al mondo

Fino a domenica 18 febbraio Jango Edwards, artista di fama internazionale, noto come uno dei più importanti clown e showman al mondo, condurrà il laboratorio “Clown theory” presso lo Studio di Psicoterapia Galgani - Marino, con sede a Trani in via Sandro Pertini 64/66.

Jango Edwards, al secolo Stanley Ted Edwards, è artista clown internazionale, direttore  e produttore, nonchè fondatore dell’originale “Festival of  Fools”, direttore del “Nouveau Clown Institute” e della “Fools Militia” e creatore del “Cabaret Cabrón”. Durante gli ultimi 40 anni ha recitato, diretto e insegnato in più di 30 paesi ed è costantemente attivo nell’evoluzione globale della professione del clown.

Americano di nascita, nato e cresciuto a Detroit, Michigan, ha speso gran parte della sua poliedrica carriera in Europa, principalmente in Francia, Spagna, Paesi Bassi e Inghilterra. I suoi spettacoli sono in gran parte one-man show, che ricalcano la tradizione cabarettistica europea. Vi combina la clownerie tradizionale con la satira politica e culturale.

Durante la fine degli anni Sessanta si interessò di politica radicale, filosofia, religione e scienze esoteriche. Dopo tre viaggi in Europa decise di cedere l’attività di famiglia al fratello e stabilirsi definitivamente in Europa per studiare l’arte classica della commedia e la clownerie. Diventò così un busker (artista di strada) a Londra, dove fondò diversi gruppi di comedians.

Nel 1975 diventa noto come uno dei principali organizzatori e attori dell’ “International Festival of Fools”, un festival di commedia alternativa e clownerie che si tenne ad Amsterdam dal 1975 al 1984.

Da alcuni anni vive a Barcellona dove ha fondato il “Nouveau Clown Institute”, il più importante centro di riferimento a livello mondiale per tutti coloro i quali, professionisti e non, intendano approfondire l’antichissima arte del clown.

L’occasione di incontrarlo e seguire il suo corso, che vede la compartecipazione di Claudia Cantone, attrice e clown di Roma, interprete nei corsi in Italia per Jango e docente del Nouveau Clown Institute, è un avvenimento unico e imperdibile: si tratta di un seminario a numero chiuso che impegnerà i partecipanti in 18 ore di formazione su una delle maschere teatrali, quella del clown, fra le più antiche e le più significative di sempre.

L’arte del clown-attore non è solo una professione ma è un stile di vita che richiede la comprensione delle emozioni, della sensibilità, del pathos e del cuore.

L’essenza del clown, nel suo senso più puro, è una combinazione di innocenza e maturità.

L’incontro con la “Teoria del Clown” è un modo per unire queste due qualità, affinchè ogni partecipante possa, una volta teminato il corso, scoprire e sviluppare il proprio clown ed applicarlo nella vita.

La combinazione di 20 anni di esperienza professionale, della logica e del buonsenso, permettono a Jango Edwards, nelle vesti ormai rodate di insegnante oltre che di performer, di aiutare gli studenti a rivelare il proprio clown e, attraverso l’uso di giochi selezionati, di attività fisiche, di dimostrazioni sociologiche, di improvvisazioni e di rappresentazioni, a far trovare a ciascuno il proprio lato comico, la propria  innocenza e la “logica personale”, che sono i tre ingredienti fondamentali nella formula del clown.

Durante i corsi che tiene in tutto il mondo, Jango Edwards crea un ambiente di gioco in cui sviluppare la fiducia e l’appartenenza al gruppo e questo motiva i partecipanti a recuperare l’innocenza perduta.

Per quanto possa apparire complicata, la “Teoria del Clown” è più semplice di quel che si pensi, perché è proprio la semplicità la condizione più difficile da raggiungere: il clown è un personaggio che socialmente si può manifestare in tutte le sfere della vita. Le rappresentazioni nel teatro o nel circo sono, probabilmente, le forme più comuni attraverso le quali conosciamo i clowns, ma non sono né le uniche e né le più importanti.

I requisiti primordiali per rivelare il proprio clown sono la conoscenza delle “formule comiche” e la creazione di un “cuore di clown”, che permette di mantenere l’innocenza infantile in tutti gli aspetti della vita.

La “Teoria del Clown” consente di recuperare l’innocenza che ognuno di noi ha perso, e che non è mai troppo tardi per ritrovarla. E’ sicuramente una sfida… però più che mai divertente!

“Affrontare un percorso di approfondimento del clown teatrale - dice Michele Galgani, psicologo e psicoterapeuta della Gestalt, promotore dell’evento - equivale ad un viaggio dentro di sè alla ricerca di quegli aspetti che ci costituiscono sin dai primi anni di vita, ma di cui abbiamo perso le tracce o di cui ci vergogniamo, ritenendoli inutili, dannosi o di impaccio in età adulta. Spesso la ricerca del proprio clown diventa un vero e proprio percorso iniziatico alla riscoperta della nostra vera natura. Per questo abbiamo deciso di ospitare Jango Edwards a Trani, e sempre per questo continueremo, in futuro, a organizzare ulteriori percorsi con professionisti di altrettanto livello, perché se si vuole imparare a muoversi sul delicato filo dell’esistenza, oltre che dal proprio coraggio e dalle proprie abilità, è necessario essere accompagnati da mani sicure ed esperte. A tale obiettivo, il clown è più un mezzo che un fine.

Con la presenza di Jango Edwards presso il nostro studio, iniziamo un percorso che non sappiamo ancora esattamente dove ci porterà. Siamo infinitamente grati a questo artista straordinario e incomparabile di aver accettato il nostro invito e allo stesso tempo siamo onorati di portare a Trani e in Puglia un maestro di questo livello”.

Per informazioni sui costi o prenotazioni: 339.4827099, e-mail galganius@gmail.com.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Incos

Notizie del giorno

Interventi straordinari Arca Puglia per la manutenzione delle case popolari, a Trani 150.000 euro Trani, pericolo in strada da tre giorni: amianto nelle cassette della frutta a pochi passi dalla fermata dei bus dei turisti Rimozione amianto dalle proprietà, la Regione finanzia anche Trani con 34mila euro: La Viso edil ecologica disponibile per i lavori Corrado, l'ingresso è servito: «Area popolare in maggioranza anche a Trani per un progetto a lungo termine» Trani ed il «patto di fine mandato»: Ferrante più duro di Bottaro duro contro chi non lo firma Comune di Trani, pubblicati tre avvisi di manifestazione per diverse figure professionali Trani, mercoledì prossimo ritorna la tradizionale marcia per i diritti dei bambini. Prevista la presenza di Emiliano Anche Trani vince ancora nel campionato in cui non perde nessuno: quattro al vertice in quattro punti Doppio ko dalle foggiane: Cerignola passa a Trani, Juve sconfitta a Lucera Il peccato originale si chiama gol: Trani-Otranto 0-0 Dopo l'intervallo, le donne si scatenano: Trani-Aprilia 3-0 Santo Graal di Trani, venerdì Pink Floyd tribute band Giovedì prossimo al cinema Impero di Trani proiezione di "Lo scriverò sul blog" A Trani, venerdì prossimo, lectio magistalis di Luca Serianni Teatro, venerdì 30 novembre all’Impero di Trani Dante Marmone e Tiziana Schiavarelli con “Due in una mutanda” È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: l'ex sciala De Simone in «Rovine» Trani, moto contro auto in via Moro: ferito il passeggero del centauro Malore mentre guida, si schianta contro un marciapiede accanto al passaggio a livello di Trani: è fuori pericolo Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana A Trani il padre affidatario della bambina Down che nessuno voleva: oggi appuntamento all'Università popolare Santa Sofia A Trani, domani, incontro con il giornalista Rai Renato Piccoli Trani, venerdì prossimo l’Arcivescovo incontra i giovani Sosta a pagamento a Trani, un sindacato di Amet confuta le dichiarazioni del sindaco La Caritas di Trani compie 25 anni. Don Raffaele Sarno: «Un impegno quotidiano». Sono sempre di più i poveri "insospettabili" Oggi la Giornata mondiale dei poveri, don Tonino dell'Olio: «Prima le persone» Influenza, al via la vaccinazione anche nella Asl Bt All’autore di Trani Fabio Squeo il premio speciale “Città del Galateo” per il suo “I poeti fioriscono al buio”
PUBBLICITA' Incos