Trani, fra le città con più morosi di Puglia, ha bisogno di nuove case popolari. Santorsola incontra Arca Puglia: «Avviare subito un percorso con il Comune»

Non esiste una bacchetta magica con la quale risolvere la esiguità del patrimonio abitativo della nostra comunità né, tantomeno, ho mai pensato che un’amministrazione comunale potesse distribuire case degne e confortevoli a tutti coloro che le si rivolgono o che manifestano nelle piazze o davanti a Palazzo di città.


Ritengo, tuttavia, che sia dovere di un’amministrazione sensibile, specie se di sinistra, programmare ed operare per migliorare l’offerta di case popolari ai cittadini meno abbienti, specie a quelli con famiglia e con figli a carico.


Per essere utili alla comunità, per capire di più sull’argomento, nei giorni scorsi abbiamo incontrato, a Bari, i dirigenti dell’Arca Puglia.


Le case popolari possono essere di proprietà della Arca o del  Comune, anche se per lo più gestiti dalla Agenzia regionale; considerando che i pochi fondi a disposizione sono per la maggior parte utilizzati nella manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili, le possibilità di costruzione di nuovi alloggi è piuttosto labile.


Il cammino per i progetti di edilizia popolare è lungo e tortuoso ma l’obiettivo, per quanto difficile, non potrà mai essere raggiunto se non ci si avvia in un percorso virtuoso che comprende: l’esatta conoscenza della pressione e abitativa  con una graduatoria aggiornata dei richiedenti casa, adottata con delibera di consiglio comunale, un elenco dei suoli che l’amministrazione comunale è disponibile a cedere a titolo non oneroso per l’edilizia popolare e, infine, un censimento aggiornato dei destinatari di case popolari con indicazione dello stato di eventuale morosità.


Questa ultima misura potrebbe rivelarsi molto utile perché da una parte permetterebbe di “scoprire” quanti non hanno diritto, se non titolo, a vivere in un alloggio popolare e dall’altra potrebbe evidenziare i “morosi volontari”.


La percentuale di morosità nel Comune di Trani è tra le più alte della Puglia superando il 3% ed è un problema sia perché gli introiti dei fitti concorrono a finanziare le manutenzioni ordinarie e straordinarie delle case esistenti sia perché potrebbero essere reinvestiti per la costruzione o per l’affitto di nuove case popolari. 


L’Agenzia regionale ha attivato nuove procedure finalizzate alla drastica riduzione della morosità storica e dell’abusivismo ed ha mostrato una grande disponibilità a collaborare con l’amministrazione  cittadina ma ogni lungo cammino incomincia con un primo passo.


Mimmo Santorsola – consigliere regionale

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Woodcenter

Notizie del giorno

Piazza della Repubblica, da Tonno spiaggiato a palma caduta: la finzione esalta Trani, la realtà la riporta sulla terra Operazione antimafia, 104 arresti: gli uomini dei clan "Mercante - Diomede" e "Capriati" agivano anche a Trani Mostra su Federico II e il fossato del castello «si fa bello» con la potatura delle palme Guida blu di Legambiente e Touring club: a Trani, tre vele Acquedotto pugliese, niente più code allo sportello di Trani: arriva la domiciliazione bancaria delle bollette Tre anni fa Bottaro proclamato sindaco di Trani: «Siamo in ritardo, ma stiamo crescendo e potrei ricandidarmi» Trani patinata e Trani reale, Bottaro guarda la seconda e ammette: «Sui servizi siamo in difficoltà» Trani e i tre anni di Bottaro: «Tanta semina e poco raccolto, ma non ho paura delle mie scelte» Il nuovo segretario Bat della Federazione lavoratori della conoscenza Cgil è di Trani: Marco Galiano Disoccupazione, in Puglia ancora dati drammatici: il commento della Uil Amet, il sindacalista di Toma sfida Solo con Trani: «Per parlare dell'azienda, confrontiamoci in un dibattito pubblico» Amet, Solo con Trani raccoglie l'invito di di Toma: «Ben venga un incontro pubblico» Judo Trani settore Lotta, Fabio Carbone convocato in nazionale È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Sarà bis» Programmazione del cinema Impero di Trani: il cartellone Santo Graal di Trani, venerdì omaggio a Biagio Antonacci con i "Concetto logico" Al Polo museale di Trani, fino al 16 luglio, la mostra dell’artista “di cuori” di Gianni Pitta Palazzo Beltrani, fino al 1mo luglio la mostra su Leonardo. Entrano in vigore gli orari estivi «Chiese aperte»: domani, al Polo museale diocesano di Trani, la presentazione del progetto regionale Domani notte, a Trani, trattamento di disinfestazione Giovedì prossimo a palazzo Beltrani lo scrittore Ian Manook Giovedì prossimo a Trani presentazione di “Psicologia della liberazione”, prima pubblicazione italiana delle opere di Ignacio Martin-Baró La pista di pattinaggio di Trani è quasi pronta: inaugurazione venerdì prossimo Contributi libri di testo, si potrà riscuotere a partire da lunedì 25 giugno. Il calendario Festival dell’arte pirotecnica, c’è la compartecipazione del Comune di Trani: 12.200 euro Il sindaco di Trani motiva la conferma di Guadagnuolo: «Sostituendolo, in questa fase, avrei seriamente danneggiato Amiu. Ma lascerà prima dei tre anni» Il primo campo di calcio pubblico di Trani in erba sintetica non sarà il Comunale, ma il Bovio: domani la pubblicazione bando da 380mila euro Stadio, 15mila euro per salvare l'erba: Trani non pervenuto, il Comune li pagherà alla Francese agricoltura La maggioranza fa quadrato su Bottaro: «Qui si difendono solo legalità ed interessi dei cittadini di Trani. Gli attacchi strumentali non ci fermeranno» Lega Trani: «Approvato il piano del commercio, ma nessuna delimitazione per la sosta degli ambulanti»
PUBBLICITA' Avicola Colangelo