Semaforo sulla Trani-Corato, i residenti: «Visto che lo rifarete nuovo, ricordatevi anche quello pedonale». Gli altri problemi irrisolti

Oltre la situazione di precarietà, che si prolunga ormai da un mese a causa del giallo lampeggiante rilasciato dall'impianto semaforico posto al crocevia fra via Sant'annibale Maria di Francia, via Primo Capirro, Strada statale per Corato e via Duchessa d'Andria, in quel punto sono molti i problemi che si accavallano.

Il tutto rende lo scenario particolarmente critico non soltanto per gli automobilisti, ma anche pedoni e residenti. In realtà, Amet ha fatto sapere che, a breve, l'intero impianto semaforico - ormai obsoleto a causa dell'irreperibilità sul mercato dei ricambi di una nuova scheda luce - sarà sostituito da uno nuovo con fari a led e sistema di alimentazione moderno, efficiente ed efficace.

L'occasione, però, dovrebbe essere utile anche per dotare l'impianto dei semafori pedonali, poiché l'attraversamento delle persone non è previsto né con segnaletica verticale, né tantomeno orizzontale: mancano le strisce, eppure sono numerosi coloro che lì attraversano la strada, sfidando di volta in volta il pericolo

I residenti, nell’esprimere preoccupazione per i tempi di realizzazione del nuovo impianto semaforico si chiedono «se in questi lavori sia compreso il semaforo pedonale ed il relativo attraversamento - dice il signor Antonio -, visto che da sempre tale impianto ne è sprovvisto. Tale mancanza, da anni segnalata alle varie amministrazioni, è un grave pericolo per tutti coloro che devono attraversare via di Francia e la statale. Oramai quell’incrocio, anche se di periferia, fa parte di una zona altamente residenziale, ma le uniche strisce pedonali presenti sono quelle poste all'uscita della chiesa della Madonna di Fatima: assurdo pensare di dover fare tanta strada per attraversare un incrocio».

Altro problema segnalato dai residenti è la segnaletica verticale: quella all’inizio di via Duchessa d’Andria è piegata da diverso tempo; quella verticale, relativa ai segnali d’obbligo e di divieto per i camion è assente o errata. Infatti, per chi proviene da Corato, la segnaletica indica correttamente che non si può svoltare verso via Duchessa d’Andria. Al contrario, per chi proviene da Trani, tale indicazione manca totalmente poiché posta sul palo del semaforo che fu abbattuto da un veicolo in occasione di un incidente. Inoltre, la stessa indicazione è errata per chi proviene da via Capirro.

Tutto questo induce in errore molti camionisti, che svoltano in via Duchessa d’Andria e, quando si accorgono dell’errore, compiono manovre pericolose per ritornare sui propri passi: durante queste, i mezzi pesanti urtano e piegano i pali della segnaletica e, pochi mesi fa, un camionista ha persino abbattuto il semaforo della strettoia di via Duchessa d’Andria. «Tra l’altro - fa notare sempre Antonio -, in città i segnali danneggiati vengono sostituiti in poche ore, mentre da queste parti vi è il nulla assoluto».

L'unico intervento concreto, negli ultimi mesi, è stato rappresentato dalla messa in sicurezza della pista ciclabile, invocato a gran richiesta dopo i frequenti incidenti a causa del cordolo pressoché invisibile.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Ufficio 2000

Notizie del giorno

Trani, il Comune riasfalta via Cilea e via Mascagni. In via Vittorio Veneto, ci pensa 2i rete gas Progetto “Digital media” a cura della Prometeo di Trani: l’“insegnamento capovolto” nella formazione professionale Domani, a Trani, presentazione del libro «70 pillole azzurre» Sosta a pagamento con le «app» a Trani, arriva anche PostePay Decoro urbano a Trani, in piazza Salvo D'Acquisto nuove panchine e nuovo verde Trani, premiato il Moscato doc 2014 di villa Schinosa Puglia, nuovi finanziamenti per reti di percorsi ciclabili e/o ciclopedonali in aree urbane e sub urbane Inchiesta su due ex magistrati di Trani, Savasta si avvale della facoltà di non rispondere Giannini: «Arrivano nuovi treni sui binari pugliesi» Alberi troppo vicini ai binari, ordinanza del dirigente per prevenire rischi: sotto osservazione largo Goldoni e piazza D'Acquisto Potete permettervi una barca? Ormeggiarla tutto l'anno a Trani vi converrà ancora di più: darsena, ecco le tariffe 2019 Gal Ponte Lama, finanziamenti per la vendita diretta di pesce. Possibilità anche per le imprese e cooperative di Trani "Trani sul filo", la rassegna che piace: 14mila partecipanti Teatro a Trani, arriva il “Venerdì a teatro”: primo appuntamento, domani, con "Tre preti per una besciamella" "Plastic free" nei campi, prorogati i termini per il ritiro dei teloni a costo zero Domani nella biblioteca di Trani incontro sull’importanza dell’unione di coppia nel progetto di vita dei bambini È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Nuova era» Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Santo Graal di Trani, questa sera si gioca al «Cervellone» Il Partito democratico di Trani verso il congresso: sabato prossimo, chiusura del tesseramento e convenzione cittadina Festa di san Sebastiano, celebrazioni a Trani domenica prossima "Trani sul filo", domenica prossima a palazzo Beltrani lo spettacolo "Charlot in primo piano" Riparte "Jazz e dintorni" a Trani: primo appuntamento, venerdì 25 gennaio con Ron Rapporti con il Pd di Trani, Bottaro precisa: «Ottimi con il segretario, difficili con il gruppo consiliare» Trani, dopo il finanziamento, a villa Telesio arriverà l’illuminazione gratis. La dona Amet Trani, illuminazione a villa Telesio: la polemica di Lima Villa Telesio a Trani, Barresi: «Il sindaco loda l'illuminazione, ma ha perso dei finanziamenti» Lungomare di Trani, partiti i lavori sulla piazzetta fra via Rovigno e via Parenzo: spesa, 10mila euro Trani, per una villa che si riqualifica ce n’è una che è discarica: villa Bini Trani, al posto dell'Agenzia delle dogane l'Ufficio per il gratuito patrocinio Tari a Trani, richieste di agevolazioni ed esenzioni fino al 28 febbraio. Tutte le info Diocesi di Trani, ecco il Collegio dei consultori e il Gruppo di lavoro per lo studio del libro sinodale Dopo il nuovo boom di ascolti, da oggi in libreria i volumi su La compagnia del Cigno. C'è anche quello dedicato alla ragazza di Trani Il Trani sbanca Avetrana grazie alle reti di Bartoli e Monopoli
PUBBLICITA' Avicola Colangelo