«Chiavi della città», Laurora (Iic): «Le consegniamo di volta in volta quando non programmiamo e svendiamo la nostra identità»

Sulle vicende giudiziarie che hanno investito il Sindaco, un consigliere comunale e dipendenti pubblici, non si intende porre in essere alcuna forma di sciacallaggio politico.
Per troppo tempo, purtroppo, in questa città si sono celebrati avventati processi sommari sui social e nei salotti, sulla base di iniziative giudiziarie nei confronti di altri Sindaci, amministratori, dirigenti e funzionari.

Oggi pare, forse, che il "garantismo" abbia interessato tutta la classe politica tranese, segno che si tratta di un principio che non ha colore politico.

Tuttavia appare più che legittimo e doveroso operare alcune considerazioni sulle motivazioni poste alla base della inchiesta giudiziaria, e sui termini con cui la stessa è stata definita.

Il regalare le " chiavi della città " ben si inquadra nella percezione del contesto della gestione amministrativa portata avanti in questi anni.

La mancanza di una reale programmazione per il futuro prossimo della città, le nomine di soggetti non tranesi in ruoli cardine dell'apparato amministrativo e delle aziende partecipate, la gestione della cosa pubblica non condivisa con le forze politiche, consiglieri e assessori, descrivono un quadro politico-amministrativo perfettamente compatibile con quanto emergerebbe dalle contestazioni giudiziarie, su cui la Magistratura farà piena luce.

Purtroppo, quando non si possiede una Visione della città, quando non si comprende quali siano i bisogni della collettività e quali possano essere le iniziative strategiche da programmare, si creano le condizioni per essere facilmente "colonizzati" da forze imprenditoriali e politiche esterne, tese allo sfruttamento del territorio, in tal modo privo di tutela.

Il giudizio politico che ne deriva è negativo e senza appello; e lo è da anni, perché da tempo questa pericolosa tendenza alla "colonizzazione" è stata denunciata sia pubblicamente e sia nelle stanze del Palazzo di Città, anche da chi faceva parte della amministrazione comunale.

Non vi è dubbio che l'arrendevolezza istituzionale crea potenziali aspettative di sfruttamento da parte di investitori, che è opportuno che siano lontani dal nostro tessuto economico.

Su questo principio occorre che si sviluppi la consapevolezza di tutte le forze politiche e delle persone di buona volontà che si vogliono avvicinare alla gestione della cosa pubblica, avendo a cuore la città ed il nostro territorio.

Tale consapevolezza passa attraverso il ripristino della identità tranese, e la rivendicazione di programmare con autodeterminazione senza influenze esterne.

Noi siamo per l'unione delle intelligenze e delle competenze di tutti coloro che vogliono partecipare alla creazione del nostro futuro, senza preclusioni di carattere partitico.

Noi siamo per la trasversalità dei programmi per Trani, e siamo contro la trasversalità del potere, intesa come uno dei fondamenti della potenziale consegna delle chiavi della città.

Per il coordinamento di Italia in Comune, Tommaso Laurora

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Lido Mongelli

Notizie del giorno

Trani, «Dedicato a te»: il primo nome di Battiti live sono Le vibrazioni Operazione Pandora, a Trani il Pm Nitti chiede la condanna di 91 imputati: per il tranese Alessandro Corda, 8 anni Stazionario il 16enne di Trani precipitato dal muretto del boschetto. Ancora da accertare le cause della caduta Porto di Trani, ciao auto fino al 15 settembre: varchi attivi tutte le sere, dalle 20 alle 2 Trani, sul primo gradino del podio del Festival dell'arte pirotecnica sale... Pepe. Premio speciale al pugliese Del Vicario Trani, il campo di via Gisotti è rinato. E, per la prima volta, ci metterà piede anche la pallavolo Transenna in acqua, tutti criticano ma nessuno si muove: lo fa Nino e si fa anche male per recuperarla A Palazzo Beltrani i ragazzi del «Vecchi» con il «caffè filosofico» rendono omaggio a Leonardo da Vinci Judo Trani, tre ori e un argento nella Gara Interregionale di Lotta È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Benvenuto» Al Santo Graal di Trani, venerdì prossimo, omaggio a Lucio Dalla Trani, prosegue il festival "ArmOnia": il programma completo Domani, nel carcere femminile di Trani, proiezione del film “Stato di ebbrezza” Amiu Trani, mercoledì notte nuova disinfestazione Mercoledì prossimo, a Trani, presentazione del libro «Il salto», di Giuseppe Laurora Cgil Trani, da mercoledì prossimo apre lo sportello per i lavoratori del settore edile e lapideo Sophia Loren a Trani, al via alle riprese di «La vita davanti a sé» da mercoledì prossimo “Il genio, 500 anni di meraviglia”: a Trani, fino al 30 giugno, la nuova mostra su Leonardo Da Vinci «Il genio, 500 anni di meraviglia»: fino al 30 giugno, a palazzo Beltrani, “Hortus conclusus, installazione a cura degli alunni dell’artistico di Corato Turismo religioso, venerdì prossimo presentazione del seminario che si terrà a Trani. Iscrizioni entro il 19 «Mi prendo cura di me»: all’Anteas Trani, giovedì prossimo, nuovo incontro del gruppo di auto/mutuo aiuto Trani religiosa, foto e video della processione di San Vito Scritte sui muri nel centro storico di Trani, colpita anche Porta antica Pulizia del litorale di Trani, ieri è partita quella quotidiana di Amiu. Le spiagge libere con servizi le puliscono i concessionari Amministrative 2020, Magnifico (Sunia): «Troppi problemi irrisolti, il centrosinistra di Trani deve fare autocritica» Ragazzo precipita dal muro del boschetto della villa comunale di Trani: traumi a bacino ed arti, ma non sarebbe in pericolo di vita
PUBBLICITA' Incos