Zes adriatica, Cgil Bat: «C’è un nuovo bando, l’intero territorio partecipi»

«Troppo pochi i circa 260 ettari di territorio della Bat che rientrano nella Zes Adriatica di Puglia e Molise. Poca cosa rispetto al resto della Regione, le istituzioni della provincia si devono mobilitare». L’esortazione arriva dal segretario generale della Cgil Bat, Biagio D’Alberto, che spiega come «la Zes sia certamente un’opportunità di sviluppo ma è necessario che si apportino alcune modifiche per rendere più importanti le ricadute sulla Bat».

Nel piano strategico della zona economica speciale, come è noto, è rientrato il polo di Barletta, incentrato sul porto e sulla zona industriale più direttamente ad esso connessa, ovvero l’area di via Trani, per un totale di poco più di 260 ettari. «Bene tutto ciò ma se analizzato il dato ci consegna almeno tre aspetti critici riguardanti le scelte operate: innanzitutto, il piano strategico della Zes Adriatica non prende per nulla a riferimento il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP) della Provincia Barletta-Andria-Trani che prevede due progetti territoriali strategici che impattano con la Zes Adriatica-polo di Barletta, ovvero il cosiddetto PST2 (Rete territoriale delle aree di insediamento produttivo provinciale) e il PST8 (Sistema portuale e retro-portuale di Barletta). Nel piano strategico della Zes si considera a priori solo la zona industriale di via Trani a Barletta, che è sicuramente quella più vicina al porto, ma non l’unica del territorio che gravita sull’area di Barletta, come è possibile ricostruire dai dati sull’origine e destinazione delle merci trattate nel porto stesso», aggiunge il numero uno della Cgil provinciale.


«Per esempio, l’indirizzo formulato in sede di PST8 è stato la ricerca di una soluzione che integri le esigenze di movimentazione delle merci pericolose con il conferimento al porto dei prodotti del cementificio (che costituisce un’altra componente di un certo rilievo del traffico in partenza) tramite l’adeguamento dello svincolo tra la SS.16 e via Andria, con la viabilità principale extraurbana. La direttrice verso via Andria consente il collegamento con le aree industriali retro-costiere esistenti che debbono costituire la prima risorsa in termini di attrezzature retro-portuali. In questa prospettiva rientra il possibile ruolo che può essere svolto dal polo logistico esistente sulla SS. 170 tra Barletta e Andria, adiacente alla Ferrovia Bari Nord, che potrebbe essere collegato al porto attraverso la riattivazione di un vecchio braccio ferroviario. Inoltre, vorremmo sottolineare anche la questione riguardante la connessione operata dal piano strategico con gli snodi logistici di Foggia. Allo stato attuale non sembra che fra questi e il porto di Barletta vi siano relazioni o comunque non sono così rilevanti come quelle esistenti fra le aree produttive di Barletta, quelle di Trani, di Andria e anche quelle della piana ofantina (Margherita di Savoia, Trinitapoli e San Ferdinando)», ritiene D’Alberto.

Ma la partita non è ancora chiusa, infatti il 18 luglio scorso è stato pubblicato un nuovo bando regionale che mette a disposizione altri 260 ettari di Zes, ci sono 90 giorni a disposizione per presentare progetti. «Le istituzioni territoriali devono approfittarne –tuona il dirigente sindacale – e il territorio si deve candidare ad appropriarsi di queste ulteriori aree perché servono per creare il collegamento con la rete territoriale e con i progetti già in essere. La comunità locale deve prendere coscienza che c’è questo limite e deve interpretarlo in atti affinché questo lembo di Puglia sia più virtuoso. L’ideale sarebbe che più comuni della Bat si uniscano e chiedano alla Regione l’allargamento della Zes in sede di ripartizione degli altri ettari a disposizione. Un’area più vasta consentirebbe di creare un’occasione per lo sviluppo dell’intero territorio che non sia slegata da quanto già fatto in precedenza. Ciò che noto – conclude il segretario generale – è che non c’è stata nessuna voce che abbia rivendicato quello che ancora manca alla territorio».

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Avicola Colangelo

Notizie del giorno

Inchiesta contro ex giudici di Trani, Nardi rinviato a giudizio con altri quattro imputati. Savasta, Scimè ed altri tre vanno al'abbreviato Prima volta, ma indimenticabile: il tranese Giorgio Cosentino vince il campionato italiano di polo L'imbarcazione della LNI di Trani "L'Ottavo Peccato" vince la Pizzomunno Cup 2019 Nei prossimi giorni al via i lavori stradali in diverse zone della città Dialoghi di Trani, oggi l'inaugurazione della 18ma edizione. Il programma della prima giornata Via Grecia, inaugurato e aperto il nuovo asilo. Il sindaco di Trani: «Ma non abbiamo dimenticato la Papa Giovanni» Trani, la Rodari riaprirà lunedì prossimo per lavori in corso al primo piano della D'Annunzio Trani, domani al De Amicis la festa dell'accoglienza per gli alunni delle classi prime Edilizia scolastica, il consigliere provinciale Corrado: «A Trani, e nella Bat, solo rimedi tampone» Fortitudo Trani, prende forma il settore volley Gli ABC Positive al contest del Meeting degli indipendenti. Le informazioni per votare il gruppo tranese L'autore tranese Daniele Marrone ha presentato il libro di poesie "Diecimila ali in un cassetto" Presentato il brano "Come ci capita", la favola musicale della giovane tranese Federica Paradiso Nasce a Trani la scuola di formazione diocesana per gli operatori pastorali, domani l'inaugurazione Trani, da oggi porto aperto alle auto nei giorni feriali: fino a fine ottobre, Ztl attiva solo nei festivi e prefestivi Cinema Impero, la programmazione della settimana Santo Graal altro weekend coi fiocchi: venerdì Tony Quadrello fa rivivere la musica d'autore, domenica tributo a Dalla e Daniele Tre giorni di street soccer organizzati dalla chiesa Pienovangelo di via Superga. Ultimo appuntamento, sabato prossimo Prosegue, nello chalet della villa comunale di Trani, la mostra di Norberto Iera Ricominciano le attività del circolo Dino Risi. Si riparte dalla nuova collaborazione con i Dialoghi di Trani Villa Seggettaro sta per riaprire: Trani soccorso la presenterà alla città il 28 e 29 settembre È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Più mare». E, in omaggio, c'è Tuttocalcio Vivono in case costruite in zona «ad alta pericolosità idraulica»: il Comune di Trani ne ordina lo sgombero Ufficio tecnico di Trani, il dirigente dell'Area urbanistica condiviso con Terlizzi fino al 20 ottobre Da domani via ai Dialoghi di Trani: ci sarà anche, prima volta nel Mezzogiorno, il grande Timur Vermes A Trani lo scudetto della vela olimpica: Valerio Galati, con Simone Ferrarese, campione italiano 49er. E adesso può puntare alle Olimpiadi Negro espulso, ma Stella e Picci firmano l'impresa in dieci: Otranto-Trani 0-2 e la Vigor torna in territorio positivo Il Trani femminile travolge Catanzaro 4-0 e raggiunge Lecce in testa al girone di coppa Trani, Marco Galiano è il nuovo dirigente scolastico della scuola Baldassarre
PUBBLICITA' Studio Clima