Consiglio comunale di Trani, respinta la proposta di delibera della minoranza per aiuti alle famiglie colpite dall'emergenza covid: decisivo un emendamento dichiarato irricevibile

«Non c’è chiarezza, né trasparenza in merito agli elenchi dei cittadini bisognosi predisposti dall’ufficio competente, né è descritta la condizione familiare, né si comprende quale sia il criterio generale di distribuzione dei buoni, né da chi e come venga formata la graduatoria, a quanti buoni spesa abbia diritto ciascun nucleo familiare, quante domande siano pervenute, l’ordine di arrivo delle stesse e le modalità di consegna dei buoni».

Si apre così la proposta di delibera di dieci consiglieri comunali di minoranza (Maria Grazia Cinquepalmi, Raimondo Lima, Vito Branà, Luisa Di Lernia, Giovanni Loconte, Anna Maria Barresi, Emanuele Tomasicchio, Antonio Florio, Tiziana Tolomeo, Pasquale de Toma) «per concordare e adottare iniziative e interventi sociali dirette al miglioramento del fabbisogno n connessione con le esigenze derivanti dallo stato di emergenza sanitaria».

Per i richiedenti «oggi ci sono ancora tanti cittadini in attesa di ricevere i buoni spesa e in questo delicato momento l’amministrazione deve agire con trasparenza, l’informazione ai cittadini deve essere continua e puntuale e non è possibile leggere quotidianamente sui social lamentele e denunce di cittadini bisognosi supportate da altrettante denunce di consiglieri comunali circa la poca trasparenza in merito alla distribuzione dei buoni».

A detta dei consiglieri d'opposizione, «quando ci sono risorse da distribuire, in una situazione di estrema emergenza, il sindaco non può sottrarsi al controllo e all’imperativo morale di dare conto alle forze politiche e, ancor più ai cittadini, di quali siano i criteri e le modalità di distribuzione, tanto più che sono state decise in autonomia e non condivise con il consiglio comunale».

Ed ancora, per i proponenti, «è necessario che l’amministrazione programmi e quantifichi le risorse finanziarie da inserire in bilancio per rafforzare gli interventi sociali, che non devono essere rivolti solo alla povertà tradizionale, ma anche a favore dei cittadini in condizioni di momentaneo bisogno per la mancanza di lavoro e l’impatto della crisi economica e finanziaria dell’emergenza sanitaria. Inoltre  è necessario ridurre i costi della Tari e della Tosap per favorire la ripresa economica delle attività che sono state chiuse per tutto questo tempo».

Al sindaco si chiede, formalmente, di «informare il consiglio comunale sulle attività che questa amministrazione intenda adottare in merito all’emergenza covid, adottando una linea condivisa con tutto il consiglio comunale per quanto riguarda gli impegni economici e strategici per fronteggiare la crisi. E comunichi all'assemblea quali siano stati i criteri adottati ad oggi per la distribuzione dei buoni, da chi e come viene formata la graduatoria, a quanti buoni spesa ha diritto ciascun nucleo familiare, qual è l’importo di ciascun buono, quante domande sono pervenute e l’ordine di arrivo, come è avvenuta la consegna e ricevuta dei buoni da parte dei beneficiari e se c’è una numerazione univoca degli stessi, Infine, conoscere le motivazioni di esclusione di alcuni cittadini e quante siano le pratiche ancora in lavorazione».

Ha illustrato il provvedimento il primo firmatario, Maria Grazia Cinquepalmi, che poi ha integrato la proposta di delibera anche con alcuni emendamenti, dichiarati però non ricevibili dal dirigente dell'Area finanziaria, Michelangelo Nigro: in particolare, un capitolo di spesa per fronteggiare i provvedimenti straordinari ed uno per sostenere le imprese in crisi con contributi a fondo perduto.

L'amministrazione, per bocca dell'assessore al bilancio, Luca Lignola, ha spiegato che solo grazie al recente Decreto rilancio stiamo ricalibrando la programmazione economica. Il Governo ha esonerato le attività dal pagamento della Tosap e sulla Tari abbiamo spostato le scadenze con una delibera di giunta(prima rata il 30 giugno, ndr). Sull'importo siamo ancora nell'attesa di direttive chiare sulla quota variabile, che potrebbe essere notevolmente ridotta.  Sull'Imu, allo stesso modo, mancano alcuni passaggi ma stiamo valutando di non sanzionare chi pagherà in ritardo. Abbiamo previsto un fondo Covid di circa 450mila euro, di cui 100mila alle famiglie ed il resto alle aziende. E il bilancio sarà comunque in pareggio anche tenendo conto della riduzione delle entrate.

Francesco Laurora ha fatto notare che «numerosi disoccupati non hanno avuto alcun beneficio», e Luciana Capone ha aggiunto che «l'emergenza ha totalmente ignorato il lavoro sommerso e per loro serve più coraggio da parte nostra, inserendo persone che il lavoro l'hanno perso, dagli stagionali anche a chi ha lavorato in nero».

Per Aldo Procacci, «le misure proposte sono tutte condivisibili, ma rischiamo di essere poco attuabili senza una ricognizione precisa dei fondi comunali dedicati a cittadini e imprese. a stessa Regione Puglia deve ancora adottare nuove misure a partire dal 4 giugno, quindi oggi ancora non conosciamo esattamente le risorse disponibili. In altre parole, il provvedimento sia un atto di indirizzo, per evitare di illudere i cittadini su quello che poi non si potrà realizzare, vedi la cassa integrazione di marzo, che per tanti ancora non è arrivata. E si formi una una commissione che pianifichi gli interventi sulla base delle sole, effettive risorse a disposizione».

Beppe Corrado ha trovato condivisibile la posizione di Procacci e ricordato che «a Trani sono arrivate quasi 3.800 domande per i buoni spesa, che è lo stesso numero di Barletta dove la popolazione è doppia e sono in fortissimo ritardo. Quindi si sta lavorando bene.  Aiutare gli ambulanti? Ok, ma ce ne sono tanti che non hanno mai pagato la Tosap per tutto il 2019 e questi andrebbero estromessi dal mercato».

Raffaella Merra ha inizialmente condiviso la proposta di delibera «perché l'amministrazione comunale avrebbe dovuto condividere la gestione dei buoni spesa, che non sono stati divisi in maniera equa. L'ho detto e scritto e c'è chi ha minacciato di querelarmi, ma ci sono stati ammissioni ed esclusioni inspiegabili». Poi, però, ha votato contro «perché le forzature sono troppe e noi il bilancio non l'abbiamo ancora approvato».

Giacomo Marinaro ha ammesso che «l'emergenza ci ha messo inizialmente in difficoltà e sicuramente c'è stata poca condivisione, ma il percorso è stato corretto e l'emendamento proposto al provvedimento diventa difficilmente applicabile, anzi è fortemente populista e specula sulla pelle della gente».

Per Raimondo Lima, «oggi si frantuma il mito della macchina organizzativa perfetta. Tanti consiglieri di maggioranza hanno manifestato perplessità e mancanza di condivisione, ed è quello che noi abbiamo sempre detto».

Giovanni Loconte ha colto l'occasione per chiarire alcune sue recenti affermazioni: «Ho visto due consiglieri comunali distribuire buoni spesa. Non farò nomi qui, ma sono pronto a farlo in altre sedi se qualcuno mi chiamerà». Quanto alle sue accuse sui facilitatori ambientali ed alla possibile querela da parte di Amiu, sono sereno e pronto a risponderne - ha detto -. L'agenzia interinale ed il sorteggio non sono la risposta, mentre si sarebbero dovute scorrere le liste di collocamento, visto che l'ufficio ce l'abbiamo qui nella sede comunale».

Anna Barresi ha osservato che «Trani sarà avanti rispetto a Barletta, ma è molto indietro rispetto a tanti altri comuni, da Bari a Napoli. E Decaro ha previsto contributi a fondo perduto per le attività di 1.500 euro. Ci sono stati tanti sprechi e adesso si vuole fare il plastico del parco urbano costiero: basta, dimentichiamoci feste e festicciole e aiutiamo i cittadini e le nostre imprese».

Per Emanuele Tomasicchio «il provvedimento emendato non ha nulla di gestionale, ma si limita a fornire un indirizzo all'amministrazione in uno spirito esclusivamente collaborativo. Non ci sono impegni di spesa, né variazioni che incidano sugli equilibri di bilancio».

Duro Leo Amoruso: «Prima ci parlate di collaborazione e poi buttate una valanga di fango sull'amministrazione, soprattutto a mezzo social. La proposta di delibera iniziale era condivisibile, ma con l'emendamento l'avete stravolta».

L'emendamento è stato respinto con 9 voti favorevoli, 16 contrari e 2 astenuti.

Il sindaco, Amedeo Bottaro, ha annunciato voto contrario ma ha spiegato: «Tante cose scritte in quel provvedimento le condivido, ma c'è una corsa volere metterci il cappello sopra. Intanto noi abbiamo già spostato le scadenze della Tari, e neanche l'abbiamo sbandierato ma ci sembrava giusto farlo. Decaro e De Magistris? Ma loro hanno finanziamenti esclusivi in quanto sindaci di città metropolitane, i Pon metro. Feste e festicciole? Prima ci dite di non farle, poi che non si possono fare per evitare assembramenti: mettetevi d'accordo. La verità è che abbiamo costituito il capitolo covid, e dentro quello ci metteremo tutto nella più totale condivisione».

Il provvedimento è stato respinto con voti 10 favorevoli, 16 contrari e 2 astenuti.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Woodcenter

Notizie del giorno

Camion travolge la sbarra del passaggio a livello di via Corato e va via: sul posto la polizia locale e i tecnici di Rfi «Saremo noi la squadra da battere»: idee chiare per la Sly Trani che si presenta ai tifosi Stadio di Trani, ammesso a finanziamento regionale il progetto del comune: 100mila euro per il sistema di illuminazione Bollettino Coronavirus, continua lo zero in Puglia: nessun caso positivo, né decessi Trani, lastra di pietra precipita nottetempo sulla scogliera del Monastero di Colonna: le denunce di Francesco Laurora e Branà Monastero di Colonna, riapertura non pervenuta. Bottaro: «Serve approvare il bilancio per realizzare gli ultimi lavori sugli impianti» La Sly Trani pensa anche al settore giovanile, scelto il mister: è Filippo Mastroviti Trani, via Romito: dopo la caduta del rivestimento, messo in sicurezza il muro della proprietà privata. Ora a preoccupare è l'ex macello comunale Uno sguardo a nord, domani la presentazione del progetto di rigenerazione urbana della vecchia area industriale VIDEO. Riapre via Pozzo piano: riviviamo il giorno dell'apertura della ormai ex strettoia Utilizzo delle palestre scolastiche, oggi l'ultimo giorno per presentare le domande Furti di uva da tavola nella Bat, Confagricoltura scrive al prefetto Valiante: «Potenziare i controlli nelle campagne» Villa Guastamacchia, ieri l'incontro sul patrimonio verde di Trani: al centro della discussione i giardini della città È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Ruderi» Estate a Santa Geffa: ecco il cartellone degli eventi organizzato da Xiao Yan. Si comincia sabato con la Compagnia dei teatranti Il Carro dei Guitti presenta "Morto apparente": appuntamento teatrale a palazzo Beltrani il 24 luglio Jazz a corte, a palazzo Beltrani domenica l'omaggio a Ella Fitzgerald e Louis Armstrong Trani religiosa, solennità di sant'Anna: il programma delle celebrazioni a partire dal 23 luglio Piano sociale di zona, mercoledì incontro in biblioteca Trani, la differenza tra un ultras e un vip è di 90 euro: i costi della campagna abbonamenti della Sly. Oggi la presentazione alla stampa Al Santo Graal continua la musica live: venerdì Savio Vurchio canta Pino Daniele "Il Mediterraneo e la sua luce", Athos Faccincani fino al 28 luglio all'infopoint turistico di piazza Trieste Trani religiosa, solennità della madonna del Carmine: il programma delle celebrazioni I lavori di ristrutturazione non fermano la biblioteca comunale di Trani: attività itineranti all'aperto e su Facebook Fondazione Seca, la corte del Polo Museale accoglie il dipinto del XIV secolo su san Nicola Pellegrino "Benvenuti a Trani", venerdì prossimo i librai Enzo Covelli ed Elisa Mantoni presentano la guida turistica dedicata ai bambini "San Nicola in Rime", al via il quarto concorso di poesia in vernacolo. Opere da inviare entro il 18 luglio Bollettino Coronavirus, oggi in Puglia nessun caso positivo e zero decessi Auto contro il cordolo della ciclabile sul lungomare di Trani: ventenne ferita nell'impatto Erbacce e scritte rimosse in largo Pastore e porta Vassalla: a lavoro gli operatori di Amiu Ex strettoia riaperta e, da oggi, il mercato di Trani arriva in via Borsellino. Bottaro: «Ma stiamo lavorando per riportarlo tutto in via Falcone» Apertura di via Pozzopiano, esulta Montaruli (UniPuglia): «Arteria che darà valore al mercato in via Falcone» Rifacimento di alcune strade di Trani, nuovi lavori da 30mila euro con il risparmio della gara precedente: ecco dove sono previsti Linea verde estate, in arrivo una puntata dedicata alla Puglia e a Trani: da oggi iniziano le riprese Giornata storica per il quartiere e la città: dopo 40 anni via Pozzo piano si allarga. Il sindaco Bottaro: «Con noi dalle parole ai fatti, felici per questo obiettivo raggiunto» Riapre via Pozzo piano, la felicità dei residenti del quartiere: «Abbiamo aspettato questo giorno da anni, finalmente è realtà» Riapre via Pozzo piano, ecco come rivedere la nostra diretta Facebook e riascoltare i commenti di amministrazione e residenti Trani, l'ex strettoia chiama e Villa Telesio risponde: nei prossimi giorni riapre anche il giardino, bonificato da Amiu Oggi si inaugura l'ex strettoia. Ma il M5stelle protesta: «Allargamento di via Pozzopiano anche nei costi» Bollettino Coronavirus: oggi nessun contagio in Puglia, un decesso in provincia di Taranto Trani 2020, Palumbo presenterebbe la giunta solo dopo il voto. «E, se non sarò eletto, farò ugualmente il consigliere» Sly Trani, un altro colpo in difesa per la squadra di Quarto: è l'argentino Manuel Gonzalez «Ferrovia troppo vicina, corsia di emergenza insufficiente e periferia ingiustamente abbandonata»: Trani 2020, Laurora stronca il mercato in via Falcone Leo Ragno, il calciatore tipster che non sbaglia mai: con i suoi consigli per gli scommettitori Trani fa un figurone su Sportitalia Ritornano i giornali nei bar e nelle sale d'attesa: arriva il sì dalla conferenza delle regioni Piano emergenza caldo al via da oggi al 31 agosto: tra i servizi, sorveglianza attiva delle persone sole Sly Trani, un’altra conferma: è ufficiale il rinnovo di Pietro Zotti. Raduno il 10 agosto al Comunale, ritiro dal 16 al 28 agosto a Campitello Matese Trani 2020, Palumbo contro i cambi di casacca: «Chi non vorrà più stare con noi vada a casa. E mi auguro che il vincolo di mandato diventi legge» Pini secolari a rischio schianto lungo i binari: Rfi ne taglia due all'uscita della stazione di Trani PUBBLIREDAZIONALE: Bigmat Edidforniture presenta Bybrico: il fai da te non è mai stato così semplice Beni condivisi: definita la convenzione tra comune e la Tommaso Assi per la gestione del campo incolto di via Tolomeo Mercato anche in via Borsellino, i comitati di zona si riuniscono e stilano una serie di proposte su viabilità, sicurezza, igiene e arredo urbano Provincia Bat: i sindacati chiedono la ripresa della rete del lavoro agricolo di qualità Trani, si ottura la fogna a Pozzo piano: liquami, cattivo odore e disagi in corso Sturzo È successo ancora: bus incastrato a Trani centro e traffico in tilt già a prima mattina Trani 2020, il candidato sindaco Palumbo presenta la sua candidatura: «Ripartiamo dal rilancio economico, abbiamo una squadra di tecnici pronta al post-Covid» «Si vola», il sindaco di Trani incontra lo staff del primo tour operator fondato da Travel blogger Bollettino Coronavirus, oggi quattro casi in Puglia: tre in provincia di Lecce e uno nel barese Feste patronali, il vescovo spegne gli entusiasmi: «Non ci sono nuove disposizioni della Cei, al momento resta tutto com'è» Emergenza Covid-19, aiuti economici per le famiglie in difficoltà: per la nostra diocesi stanziati oltre 700mila euro Sentenza Savasta ed altri, il Foro di Trani: «Comportamenti illeciti di qualcuno, non si generalizzi sul Tribunale» Parità di genere nella legge elettorale regionale: la giunta approva lo schema del disegno di legge
PUBBLICITA' AMIU