Il Comune di Trani primo in Italia accessibile ai sordi grazie ad “E-lisir”. Bottaro: «Se queste sono cose secondarie per qualcuno, siamo contenti di essere i primi»

È stato attivato presso il comune di Trani “E-lisir, evoluzione lingua italiana segni con interprete in rete”, un servizio che permetterà anche ai sordi di accedere da soli, senza aver bisogno dell'accompagnamento di alcuno, agli sportelli di palazzo di città, tramite un tablet connesso con un interprete Lis, che in tempo reale comunica con il sordo spiegando le sue esigenze all’impiegato comunale. Un sistema facile da utilizzare, immediato, ed anche economico. Presente alla conferenza stampa di stamane, durante la quale è stata data una dimostrazione dell’utilizzo di “E-lisir”, il direttore generale della Asl Bt Ottavio Narracci: «Tutto ciò che favorisce il superamento delle barriere e accorcia le distanze tra servizi e cittadini è degno della nostra attenzione. Verificheremo la possibilità di implementare questo servizio nelle nostre strutture».


Hanno espresso soddisfazione per l’attivazione del servizio sia Nicola Dentamaro, presidente Ens (ente nazionale sordi) Puglia, che ha però ricordato come l’Italia non abbia ancora riconosciuto, unica in Europa insieme a Malta, la Lis come lingua, che Rocco Morese, presidente Ens Bat, ringraziando l’amministrazione comunale anche a nome dei sordi, presenti stamane numerosi a palazzo di città. I cronisti sono riusciti ad intervistare Dentamaro e Morese grazie all’aiuto di una interprete.


L’assessore al ramo Felice Di Lernia ha dichiarato: «Quello di “E-lisir” è l’avvio di una delle cose di cui più sono orgoglioso. Siamo il primo Comune in Italia a far partire questo servizio e se ci dovessero chiedere quale debba essere la caratteristica di questa città non avremmo dubbi nel dire: questa città deve essere accessibile. La parola d’ordine è “nessuno resti escluso”. Non è possibile che nell’epoca dell’informatica qualcuno possa rimanere fuori perché non può sentire o parlare».


Queste le parole del primo cittadino, Amedeo Bottaro: «Siamo particolarmente lieti e soddisfatti, oltre che contenti di essere stati i primi nelle “cose secondarie”, come dice qualcuno. Cercheremo di essere sempre primi in queste “cose secondarie” se questa è una cosa secondaria. Per noi invece è fondamentale rendere accessibile la pubblica amministrazione a tutti, per una società che si dice civile».


Federica G. Porcelli

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Antiche Arcate

Notizie del giorno

Carlo avrà la protesi speciale di cui ha bisogno: l'Asl Bt assicurerà al ragazzo di Trani una qualità di vita migliore Manifestazioni a Trani ed effetti collaterali: le auto ritornano "su" piazza Gradenigo Estate di Trani, ecco altri eventi con patrocinio comunale gratuito. Tra questi, “Calice di san Lorenzo” e un nuovo festival del cibo di strada Trani, proiettili in via Superga verso lo stesso fabbricato del tentato omicidio del 22 febbraio È in edicola il nuovo numero de “Il giornale di Trani”: «Beffa» Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana Lo Iat di Trani ospita mostre artistiche per due mesi: da oggi, Angelo Piccolo "Novantanove borghi, racconto di Puglia": oggi giornata dedicata a Trani VIDEO. La Madonna di Fatima pellegrina a Trani fino d oggi: è ospite dello Spirito Santo Palazzo Beltrani ospita i grandi maestri del Novecento. Esposizione aperta fino al 31 agosto Palazzo Beltrani, orario continuato nel weekend. Da martedì prossimo, corsi di disegno Martedì prossimo a Trani il "Salotto del risparmio Helvetia" Servizio civile: l’Oasi 2 di Corato, Trani e Bisceglie cerca 5 volontari. Domande entro il 26 giugno Venerdì 30 giugno a Trani convegno sul tema "L'eredità di Giovanni Bovio" Biblioteca di Trani, tutti i progetti estivi per i più piccoli Trani sportiva è in lutto: addio a Santino Barbato. Volò in B con la Polisportiva e allenò la leggendaria squadra femminile Trani, la poesia scende in strada: i versi di Daniele Marrone sui pali della città “DigithON” 2017, da Trani anche “IsApp” Dialoghi di Trani, trentotto le opere in gara al premio Fondazione Megamark. Il 14 luglio i nomi dei finalisti Infopoint, più di un milione di euro dalla Regione per investirvi. Per Lima (Fdi), «opportunità per lo Iat di Trani» Avvocati in difficoltà economiche, anche l’Ordine di Trani aderisce a WeAvv: oltre 800.000 euro per la conciliazione “vita-lavoro”
PUBBLICITA' Gallo