Ufficio tecnico di Trani, per Fratelli d'Italia una sola parola: «Disastro»

E’ ormai cosa risaputa: l’Utc è un disastro. Se una azienda produttrice di beni, ad un certo punto, resta senza dipendenti specializzati e management adeguato per sviluppare la produzione, la stessa entra in una situazione fallimentare. Ecco in parole povere cosa è diventato l’Ufficio Tecnico di Trani.

E’ bene fare il punto della situazione. La nota dolente è rappresentata dal settore dell’Area Urbanistica.

Dopo varie vicissitudini si era finalmente operata una certa stabilizzazione con la nomina a dirigente dell’ing. Michele Stasi, vincitore di regolare concorso. Dopo pochissimo tempo, per cause e motivi ancora sconosciuti (ma forse neanche tanto) l’Ing Stasi chiese ed ottenne  il trasferimento al Comune di Gravina in Puglia. Lo stesso Comune in cui esercitava le funzioni prima di arrivare a Trani.

Perché gli era stato concesso tale permesso? 

Dopo di che il Sindaco Bottaro affidò questo incarico all’Ing.. Di Bari, che abbandonò  dopo pochi mesi. Perché?

Si arriva così al conferimento dell’incarico all’arch. Vincenzo Turturro. Anche questa esperienza ha avuto brevissima durata. Perché?

Resosi conto che l’Ing. Stasi non mostrava alcun interesse a rientrare dal permesso presso il Comune di Gravina di Puglia, il Sindaco estrae dal suo personale cilindro magico  l’incarico all’  Arch. Francesco Patruno con compiti di dirigente f.f. (facente funzioni).

Non vuoi che dopo pochi mesi anche il dirigente f.f. abbandoni l’incarico presentando un certificato di malattia, e nessuno sa dire quando potrà ritornare?

Ad oggi l’U.T.C. di Trani è privo di figura dirigenziale. Non è stata ancora trovata una figura che possa dirigere tale ufficio.

Ma il Sindaco è a conoscenza che il puntuale e regolare funzionamento di questo Ufficio rappresenta il volano di una gran parte dell’economia tranese? 

E’ a conoscenza che il funzionamento di questo Ufficio garantisce entrate considerevoli per il nostro Comune, con le quali si possono assicurare servizi efficienti per i nostri concittadini?

Ancora oggi, e a distanza di  tre anni dal suo insediamento il Sindaco  non ha ancora capito che il cuore pulsante del Comune è rappresentato proprio dall’Ufficio Tecnico, e pertanto gli prospettiamo soltanto alcuni dei problemi che questo disservizio provoca AGLI ADDETTI AI LAVORI E ALLE NOSTRE AZIENDE:

1. I tecnici sono costretti ad attendere mesi per vedere approvati i progetti o le richieste  varie che presentano al protocollo del Comune;

2. Gli operatori economici ( imprese artigiane, i vari indotti del settore edile, falegnami, rivenditori di materiali edili ecc.) sono in pratica quasi fermi e vorrebbero sapere chi devono ringraziare.

Non vogliamo giungere a conclusioni di natura politica, come richieste di dimissioni o altro. Non è questo che interessa al comparto in questo momento.

Il settore intero chiede il ripristino immediato della funzionalità dell’Ufficio Tecnico. I professionisti e gli operatori economici vogliono poter lavorare con certezza di tempi e di risposte.

Tutti stanno rischiando il default. Anche la nostra amata Città.

Fratelli d'Italia Trani (segretario, Luigi Simone)

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Viso Amianto

Notizie del giorno

Interventi straordinari Arca Puglia per la manutenzione delle case popolari, a Trani 150.000 euro Trani, pericolo in strada da tre giorni: amianto nelle cassette della frutta a pochi passi dalla fermata dei bus dei turisti Rimozione amianto dalle proprietà, la Regione finanzia anche Trani con 34mila euro: La Viso edil ecologica disponibile per i lavori Corrado, l'ingresso è servito: «Area popolare in maggioranza anche a Trani per un progetto a lungo termine» Trani ed il «patto di fine mandato»: Ferrante più duro di Bottaro duro contro chi non lo firma Comune di Trani, pubblicati tre avvisi di manifestazione per diverse figure professionali Trani, mercoledì prossimo ritorna la tradizionale marcia per i diritti dei bambini. Prevista la presenza di Emiliano Anche Trani vince ancora nel campionato in cui non perde nessuno: quattro al vertice in quattro punti Doppio ko dalle foggiane: Cerignola passa a Trani, Juve sconfitta a Lucera Il peccato originale si chiama gol: Trani-Otranto 0-0 Dopo l'intervallo, le donne si scatenano: Trani-Aprilia 3-0 Santo Graal di Trani, venerdì Pink Floyd tribute band Giovedì prossimo al cinema Impero di Trani proiezione di "Lo scriverò sul blog" A Trani, venerdì prossimo, lectio magistalis di Luca Serianni Teatro, venerdì 30 novembre all’Impero di Trani Dante Marmone e Tiziana Schiavarelli con “Due in una mutanda” È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: l'ex sciala De Simone in «Rovine» Trani, moto contro auto in via Moro: ferito il passeggero del centauro Malore mentre guida, si schianta contro un marciapiede accanto al passaggio a livello di Trani: è fuori pericolo Cinema Impero di Trani, la programmazione della settimana A Trani il padre affidatario della bambina Down che nessuno voleva: oggi appuntamento all'Università popolare Santa Sofia A Trani, domani, incontro con il giornalista Rai Renato Piccoli Trani, venerdì prossimo l’Arcivescovo incontra i giovani Sosta a pagamento a Trani, un sindacato di Amet confuta le dichiarazioni del sindaco La Caritas di Trani compie 25 anni. Don Raffaele Sarno: «Un impegno quotidiano». Sono sempre di più i poveri "insospettabili" Oggi la Giornata mondiale dei poveri, don Tonino dell'Olio: «Prima le persone» Influenza, al via la vaccinazione anche nella Asl Bt All’autore di Trani Fabio Squeo il premio speciale “Città del Galateo” per il suo “I poeti fioriscono al buio”
PUBBLICITA' Ufficio 2000