Dehors a Trani, ancora Montaruli: «D’Agostino si confronti con i “veri” tecnici»

A Trani si torna a discutere di dehors, strutture esterne ai locali di pubblico esercizio adibiti alla somministrazione di alimenti, pasti e bevande, dopo la querelle sollevata dal Presidente Unibat, Savino Montaruli il quale divulgò la notizia di un incontro pubblico convocato tardivamente dall’amministrazione comunale tranese, che si è tenuto lunedì 5 febbraio scorso nella sala azzurra del comune di Trani. Dopo quell’incontro ci fu la replica da parte dell’amministrazione comunale la quale, per bocca del sindaco Amedeo Bottaro, rivolse un invito alla collaborazione, cosa che mai era avvenuta prima di allora da parte dell’assessore al commercio, evidentemente condizionata a perseguire strade di concertazione del tutto fuori corsia che nulla hanno a che fare né con le disposizioni legislative vigenti né con il senso di responsabilità che deve caratterizzare l’operato di ciascun rappresentante istituzionale, il quale deve semplicemente applicare la Costituzione Italiana dando spazio a tutte le rappresentanze e le parti interessate.


Bottaro, nella sua nota stampa, dichiarò: «È nostro interesse che tutte le componenti del tessuto produttivo lavorino insieme affinché ci sia davvero una corretta applicazione del Regolamento, motivo per il quale siamo pronti e disponibili a promuovere ulteriori iniziative d'informazione e di ascolto». L’assessore Ivana D’Agostino, congiuntamente al presidente del consiglio comunale del comune, Fabrizio Ferrante, nella stessa riunione del 5 febbraio scorso, richiese agli Ordini e Collegi professionali approfondimenti e suggerimenti in merito al regolamento dei dehors approvato in data 27.10.2017, utili al perfezionamento dello stesso, evidentemente non ritenendolo affatto “perfetto” né “evento storico”, come invece frettolosamente affermato da parte di qualche polisindacalista locale.


A tal proposito è tornato sul tema il presidente Unibat, Savino Montaruli, il quale ha dichiarato: «Ebbene, ora le affermazioni del sindaco Bottaro devono trovare compimento ed attuazione. Ho molto apprezzato quelle affermazioni e quella richiesta di collaborazione quindi la sua apertura al dialogo. Ora mi attendo atti concreti per raggiungere quel risultato sperato e finora “riservato” ai pochi fedelissimi che, evidentemente, non hanno portato a compimento una procedura che avrebbe dovuto essere inclusiva e non “esclusiva” se è vero come è vero che ora e solo ora la si vorrebbe sottoporre alla concertazione postuma, a deliberazione già adottata. Il Regolamento comunale di Trani sui dehors non è solo un atto burocratico limitato all’occupazione di suolo pubblico da parte degli esercenti ma un vero e proprio Piano Particolareggiato quindi siano i tecnici “veri” ad occuparsi della questione perché quello di cui qualche sprovveduto in cerca di visibilità perduta si vanta non può essere relegato e banalizzato alle semplicistiche modalità di occupazione del suolo ed alla tassazione.


Se così fosse, significherebbe sminuire e ridicolizzare una procedura che, invece, necessità di un confronto approfondito soprattutto con la Soprintendente, resasi disponibile a ciò. Quindi il comune ascolti e tenga conto delle sollecitazioni da parte degli architetti, ingegneri e loro ordini professionali aprendosi al confronto ed individuando in modo preciso e corretto quanto richiesto dalla Soprintendenza anche per la città di Trani. Si proceda con il dettaglio dei beni da sottoporre a tutela, al fine di dare certezze agli operatori ma anche alla città che deve cogliere questa occasione per programmare il suo futuro, anche in materia urbanistica e di decoro urbano. Non voglio ripetere tutto quanto ho già scritto sul tema, mi auguro solo che le proposte che verranno da parte degli ordini professionali siano in linea con quanto richiesto dalla Soprintendente Bonomi e soprattutto sia frutto di concertazione allargata che non può prescindere dalle linee guida volute proprio dalla Soprintendenza di Foggia e Bat, competente per territorio. In assenza di questa corsa ai ripari le sorprese potrebbero essere molto spiacevoli e se il peggio non è ancora accaduto, a Barletta, ad Andria, a Canosa ed anche a Trani è stato solo per caso ma della buona sorte non bisogna mai approfittare. L’assessore D’Agostino ne sia cosciente e cambi immediatamente registro».


Ufficio Relazioni Esterne Unimpresa Bat 


 

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Avicola Colangelo

Notizie del giorno

Consiglio comunale di Trani, approvati il bilancio consolidato e il programma del Piano sociale di zona Consiglio comunale di Trani, per i debiti fuori bilancio manca il numero legale. Seconda convocazione, mercoledì prossimo Consiglio comunale di Trani, nei preliminari a tenere banco soprattutto Amet e Amiu «Polpette avvelenate»? Il Comune di Trani smentisce: «Nessuna di quelle analizzate era nociva» Carenza di personale e monte ore festivo sfondato: ecco perché il castello di Trani chiuderà per sette domeniche. Sindacati in stato di agitazione A Trani sud la villetta è un «must»: via libera alle bifamiliari di Turrisana con i primi permessi di costruire Trani religiosa, racconto e immagini della serata musicale con lo Joha Youth a Santa Teresa Marea Adriatica all'esordio in C donne: Trani-Bitonto 3-0 Basket di D: a Trani, prima gioia per la Juve, Fortitudo ko a Corato Prova a resistere un tempo, crolla nel secondo: Palermo-Trani donne 8-0 Nella terra del pane, Negro e Musa sfornano tre punti d'oro: San Severo-Trani 0-2 Santo Graal di Trani, venerdì prossimo I paipers Cinema Impero di Trani, in sala arrivano Venom e Il bene mio. La programmazione della settimana Mese del benessere psicologico, domani nuovo appuntamento a Trani “Genitori, dolori, rivoluzioni”: domani, a Trani, nuovo incontro del ciclo “Conoscere per cambiare” Mercoledì a Trani convegno “La comunicazione economica della Chiesa in Italia” A Trani, da mercoledì a venerdì prossimi incontro su "Sovvenire", il sovvenzionamento alla Chiesa cattolica Dino Risi di Trani, "decimo ciak" venerdì prossimo Cinquant'anni di carriera in una mostra: fino al 16 ottobre, al Michelangiolo, alcune opere di Fulvio Del Vecchio È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Fuorigioco» Medicina a Bisceglie, Delle Donne (Asl Bt) garantisce: "Gran passo avanti anche per il futuro di Trani" Trani religiosa, la venerazione dei Santi Medici e San Nicola in Argentina Semplificazione della burocrazia, aderisce anche la Cna di Trani Savino Muraglia è il nuovo presidente della Coldiretti Bari e Barletta-Andria-Trani Da Trani nel cartellone dell'Abeliano di Bari: a dicembre, Marluna porta in scena Checov
PUBBLICITA' Fondazione Seca